IL NIDO

Grafica Bellinzona Sa

Iscritto a

Un libro per il Cinema edizione 2019
sezione Editi

Al Festival

5 ottobre 2019

Biblioteca “Afra Ciscato” di Cartoceto (PU)

TRAMA

Maggio 2012
Agnese rinviene sola nella cella dove viene tenuta prigioniera. Quando scopre che la porta è stata lasciata aperta, intravede per la prima volta una possibilità di fuga dalla cantina in cui hanno abusato di lei. Percorre un tunnel scavato nella roccia e riesce a raggiungere l’uscita della sua prigione, scoprendo che era stata rinchiusa nel sottosuolo di un paesino di montagna. Crea un diversivo, appiccando un incendio e si dilegua nella notte, ma qualcuno ne sorveglia i movimenti mentre percorre la strada che porta a valle.
In realtà la sua fuga è stata orchestrata da Darko, per puro divertimento e per “testare” le sue capacità e la sua resistenza.
Agnese viene catturata e trascinata in una radura dove un essere simile ad un demone (Ghul) abusa di lei mentre Darko e ed i suoi seguaci si abbandonano ad un’orgiastica festa collettiva.

Giugno 2013
Peter sta attraversando un periodo “difficile”. Dopo il divorzio ha lasciato il suo lavoro di poliziotto e conduce uno stile di vita dissoluto a base di alcool e donne. Quando sua figlia Samantha (Sam), di 17 anni, deve passare un periodo da lui, Peter decide di cambiare. Riprende a frequentare la palestra che appartiene alla sua famiglia.
Sam trascorre le sue vacanze con gli amici (Luka, Claire e Andreas), ma durante una gita in montagna incrocia Darko e Lydya, una delle donne (chiamate Cagne) al suo servizio. Darko si invaghisce di lei e incarica due dei suoi uomini (Chiamati Mastini) di sequestrarla senza dare troppo
nell’occhio. Dopo un tentativo andato male i due riescono a “prelevare” la ragazza assieme a Claire e Luka.
Durante l’inseguimento della polizia i rapitori si liberano di Claire che finisce in ospedale per la violenza subita.
Sam e Luka vengono condotti al Nido, una serie di cunicoli che si diramano nel sottosuolo partendo da ciò che appare come un paesino di montagna in Val di Blenio, in Ticino. Luka viene marchiato a fuoco ed entra a far parte degli Schiavi e Sam apprende che Darko la vuole come compagna.
Peter si rivolge ad una sensitiva (Cassandra) per scoprire la sorte di sua figlia e questa, grazie alla visione a distanza, lo indirizza verso il Nido. Darko si accorge dell’intrusione della donna e decide di eliminarla, mandando tre sicari a casa sua. Quando questi arrivano, assieme alla donna trovano Peter. Ne scaturisce una sparatoria e Cassandra e Peter riescono a fuggire, nascondendosi a casa di quest’ultimo che, trovandosi da solo a fronteggiare un numero imprecisato di avversari (Mastini e Cagne), accetta l’aiuto di un suo amico d’infanzia (Frank) e dei “Quattro del Poker” (Miguel, Katy, Piotr e lo stesso Frank).
Anche Darko è un sensitivo e controlla Peter a distanza ma non riesce a scoprire il suo collegamento con Frank e i suoi amici e il piano che questi organizzano per liberare Sam.
Peter si reca al “Nido” sfidando Darko apertamente mentre gli altri riescono a penetrare nel sottosuolo attraverso i condotti per l’aria. Percorrendo il tunnel che porta al nucleo del Nido, Katy e Miguel incontrano Khor, un vecchio (che viene definito “demone” grazie a sue particolari capacità) che vive in una grotta vicino ad un lago sotterraneo. Solo Katy sopravvive ma viene catturata dai Mastini.
Peter viene catturato a sua volta e sottoposto ad un trattamento volto a minare la sua volontà e ad assoggettarlo alle leggi del Nido, ma Khor stabilisce che costituisce una minaccia e chiede a Darko di liberarsene. Questi acconsente e organizza un duello con N° 2, il più feroce dei Mastini, certo dell’esito finale.
Peter stupisce tutti uscendo incolume dallo scontro grazie anche all’aiuto di Piotr. Carico di rabbia (uno dei suoi “difetti caratterialI”) riprende la sua lotta per liberare Sam, impresa che coinvolge anche una cinquantina di seguaci di Darko, il quale si rifugia nel sottosuolo.
Khor decide che è ora di lasciare il Nido assieme ad Agnese e al figlio (chiamato Bambino) che questa ha avuto da Ghul. Libera Ghul per non farlo cadere in mano alle forze dell’ordine e per creare un diversivo e si appresta ad andarsene con la donna e suo Bambino. Quando questa oppone resistenza lui la maltratta e Bambino lo uccide grazie alle sue capacità particolari.
Frank rimane imprigionato in una galleria dove viene liberata una sostanza che dà vita ai suoi peggiori incubi.