IL COLORE DELLA POLVERE

L’Erudita

Al Festival

12 agosto 2019
Schermo Tevere 
dell’Isola del Cinema di Roma

Un ventaglio di carta
libri in festa con gli autori I.P.LA C.

TRAMA

Un militare, una bambina somala e una donna, dura e passionale, tra le sabbie del Corno D’Africa nel 1993, durante l’operazione “Ibis”.
Al protagonista, un capitano della riserva dell’Esercito, è affidato un compito che solo lui è in grado di svolgere: la ricerca di un vecchio amico, diventato un carismatico leader politico in Somalia e in contrasto con i Signori della Guerra.
Questa missione rappresenta per lui l’occasione che ha atteso a lungo per compiere il viaggio della vita, ma non sarà come tutto gli era apparso nel momento di accettare l’incarico e quello che troverà sarà ben diverso dalle immagini, dalle storie, dai libri che tanto lo avevano affascinato.
L’operazione fallisce e il soldato, ferito in modo non grave, si troverà a giocare una partita perversa in compagnia di una donna italiana, che lo toccherà nel profondo, e di una bambina rimasta sola dopo uno scontro con i miliziani.
Agguati, tradimenti ed esperienze estreme, come solo quelle che si possono vivere in un teatro di guerra dove si è persa l’umanità e la speranza, segneranno il percorso del militare per provare a raggiungere l’obiettivo assegnato.
Il doppio gioco di un alto ufficiale italiano in collaborazione con un trafficante russo metterà violentemente fine alla missione originaria che per il protagonista avrà a quel punto il solo fine di mettere in salvo se stesso, la piccola somala e la donna che porta con sé documenti che provano traffici illeciti di armi e rifiuti.
Sarà tuttavia il capitano,  l’unico a venir estratto da un’azione di soccorso e nulla saprà più delle sue compagne in quell’avventura.
Solo vent’anni dopo, in una Roma autunnale, quel viaggio potrà avere finalmente termine con il nuovo incontro tra l’uomo, la bambina, ora un’avvenente ragazza, e la donna con i suoi segreti ancora inviolati.