Massimiliano Buzzanca

ATTORE – SCRITTORE

A ilCartoceto il 5 ottobre 2019 e
il 7 ottobre 2018 

 

A l’Isola il 21 luglio 2018 e
il 2 settembre 2017

BIOGRAFIA

Laureato in giurisprudenza, esercita la professione di avvocato fino al 2001, per poi dedicarsi esclusivamente al mondo dello spettacolo come attore. Si interessa al teatro e al cinema, interpretando anche alcuni film per la televisione. È al cinema con le pellicole The Second Coming (2002) regia di Guido Marconi, Il monastero, regia di Antonio Bonifacio (2003), Chamber Film – Interno Giorno regia di Tommaso Rossellini (2010) con Fanny Ardant e Kyla Chaplin. Nel 2011 è tra i protagonisti dell’action movie Da che parte è la notte per la regia di Stefano Arquilla.
Del 2005 è la commedia brillante Nemici per la pelle interpretata con Massimo Bonetti, Christian De Sica e Stefano Masciarelli, per la regia di Rossella Drudi e Claudio Fragasso.
In questi giorni è nelle sale cinematografiche come interprete in Ninna Nanna di Dario Germani ed Enzo Russo e di Girotondo di Tonino Abballe.
Per la televisione è tra gli interpreti delle fiction di Raiuno Regina dei fiori (2004) regia di Vittorio Sindoni, Rino Gaetano – Ma il cielo è sempre più blu (2006) regia di Marco Turco, La vita che corre. È stato anche conduttore di talk show, quiz e programmi di approfondimento sulle emittenti locali Odeon Tv e Rete Oro, dal 2001 al 2006.
Nel 2001 debutta in teatro con Novecento per la regia di Sergio Ammirata, testo liberamente tratto dall’omonimo romanzo di Alessandro Baricco. Seguono esperienze teatrali con I tre operai (2003) regia di Enrico Bernard, tratto dal romanzo di Carlo Bernari sullo sfondo delle lotte operaie dei primi decenni del 1900; I Menaechmi (2008) di Plauto per la regia di Livio Galassi, al fianco di Mita Medici, Franco Oppini e Nini Salerno;Confessioni (2007) di Giancarlo Loffarelli per la regia di Francesco Piotti.
Tra le commedie brillanti, interpreta Io e Peter Pan (2006) di Silvestro Longo regia di Cristiano Vaccaro, I lieder di Schumann (2007) di Giancarlo Loffarelli regia di Francesco Piotti e La tredicesima fatica di Ercole (2009-2010) di Sante Stern regia di Sergio Ammirata. Particolarmente congeniali al suo spirito e alla sua vocalità sono le commedie musicali. Ha portato sul palcoscenico i musical Una volta nella vita (2005) di Bruno Lauzi e Gianfranco Reverberi per la regia di Luigi Galdiero e Sotto er cielo de Roma (2009-2010) di Sergio Iovine e Silvestro Longo.
È presente al Festival di Venezia 2019 con il film Il giovane Pertini, in cui interpreta il ruolo di Giuseppe Saragat.

Ospite di Roberto Simoni con il libro Una voce fuori dal coro

A l’Isola il 27 agosto 2019