Filippo Roma


SCENEGGIATORE – “IENA”

AL FESTIVAL IL

21 luglio 2017 – ilRoma

BIOGRAFIA

Mi chiamo Filippo Roma e sono nato a Roma 47 anni fa. Dopo aver frequentato il liceo Classico mi sono laureato in Economia. Attualmente sono un inviato del programma di Italia 1 “Le Iene” ed è il lavoro che ho fatto più a lungo in vita mia. Per ora, alle spalle, ho ben undici stagioni televisive. Ma prima di arrivare a fare la “iena” di lavori ne ho cambiati diversi.
Appena laureato, nel 1995, ho iniziato come responsabile della riscossione crediti di una piccola società che vendeva gas. In pratica si trattava di sollecitare i clienti morosi a pagare al più presto. Non proprio il massimo come lavoro. Dopo due anni ho avuto l’occasione di gestire un impianto di benzina dell’Agip sull’Autostrada del Sole. Ma la vita da gestore (tra beghe sindacali e scarsi guadagni checché se ne dica) non faceva per me. Allora, più per disperazione che per una fondata speranza, decisi di investire un milione di lire in spese postali per inviare a tutti i registi e produttori d’Italia un soggetto cinematografico che avevo scritto insieme al mio compagno di banco del liceo Alessandro Sortino. Incredibilmente ci risposero in tanti ma chi ci volle conoscere di persona fu nientemeno che Mario Monicelli. Gli piacque quell’idea ma ci commissionò la stesura della sceneggiatura di un altro soggetto. Fummo messi sotto contratto da un produttore e lui girò il film.
Era un film dal titolo “Sempre i soliti” che avrebbe poi presentato fuori concorso al Festival del Cinema di Venezia del 1997. Nel giro di due mesi mi ritrovai dal piazzale dell’impianto di benzina al Palazzo del Cinema. Da quel momento sembrò spianarsi una carriera da sceneggiatore. Lasciai l’impianto dell’Agip e scrissi insieme al mio collega Sortino una serie di soggetti e una sceneggiatura. Ma, per un motivo o per l’altro, la nostra attività da sceneggiatori non decollò e insieme ci ritrovammo a Radio Capital, emittente del Gruppo Espresso. Sortino come conduttore di un programma, io come autore testi di una rubrica interna a quel programma. Poi Sortino fu chiamato dalle “Iene” e io rimasi come autore di programmi vari e quiz radiofonici. Dopo un po’, in virtù della mia laurea in Economia, mi si aprì la strada verso una scalata dirigenziale all’interno del Gruppo Espresso. E divenni direttore marketing di Radio Capital. Ma nell’estate del 2004 ebbi l’opportunità di mostrare un servizio di prova al direttore artistico delle “Iene”. Il pezzo andò in onda e a quello ne sono seguiti altri 309.
Nell’aprile del 2014 ho pubblicato il mio primo (e spero non ultimo) libro dal titolo: “Diario di una Iena”, una sorta di diario intimo su dieci anni di vita da inviato delle “Iene”, corredato da aneddoti e retroscena vari relativi al programma.

OSPITE DI 

Giovanni Fabiano